La Bellotta

LA BELLOTTA

CDL-slider4-sq
CDL-slider-sq
CDL-slider2-sq
CDL-scale3-sq
CDL-slider5-sq
CDL-slider5
CDL-slider4
CDL-slider3
CDL-slider2
CDL-slider

CATEGORIA: ABITAZIONE

Grazie alla collaborazione degli architetti ed esperti di illuminotecnica di Casa delle lampadine con l’Architetto Elda Zengiaro, il progetto La Bellotta ha preso forma, diventando una delle personalizzazioni di ambienti domestici di successo dell’anno scorso.

L’obiettivo di partenza era quello di unire le caratteristiche tipiche degli antichi cascinali di campagna all’open space del loft, ottenendo uno grande spazio funzionale costituito da sottozone dedicate e correlate tra loro. Gli spazi domestici che si compenetrano, necessitano un’illuminazione flessibile, in grado di illuminare la zona in uso ma al contempo di essere coerenti con quelle attigue.

Nell’ambiente del soggiorno unito alla zona studio, la versione dimmerabile dell’Infinito di Davide Groppi fornisce una luce diffusa e discreta che, unita alle Masai e alle Sol 2 sempre di Groppi, conferisce un’intima profondità all’ambiente. L’atmosfera viene controbilanciata dalla luce raccolta dell’Arco di Flos, indispensabile per permettere flessibilità per spostamenti futuri senza tuttavia perdere la possibilità di luce diretta sul luogo di lavoro.

In cucina e sala da pranzo, lo studio si è focalizzato sulla praticità delle preparazioni unita al piacere del momento di raccoglimento intorno al tavolo: la Luceplan Compendium a Sospensione fornisce infatti una luce diretta sul tavolo da cucina in ottone. Sul tavolo rosso fiammante della sala da pranzo, spiccano dolcemente 3 AIM di FLOS.

Anche nella camera padronale, l’illuminazione diffusa e piacevole ha incontrato la sfida di doversi interfacciare con una camera con soffitti alti quasi 7 metri. Le due SAMPEI 440 di Groppi hanno permesso di conferire una luce che sembra arrivare dal cielo. Le due luci a parete Costanza di Luceplan sono invece state poste in basso, all’altezza della testiera del letto.

Nel bagno principale, le IC S1 di Flos sono riproposte in compagnia delle applique Talo di Artemide. Le eleganti MISS di Groppi creano una zona relax, ideale per un bagno rilassante.

Lo scalone a quattro rampe col setto in cemento come ringhiera, unito alle piastrelle somiglianti ad un vecchio battuto in cemento, la colonna in ghisa, il muro tra zona pranzo e cucina che sembra vecchio e scrostato, uniti alla scelta dei mobili e alle luci di design, rendono La Bellotta uno spazio unico, contemporaneo ed accogliente.

CREDITI

Progetto Arch. Elda Zengiaro
Foto di Fabio Oggero

Tom Dixon

Tom Dixon 

Tom
Dixon
 

Comunicare e progettare

Comunicare e progettare

La creatività poliedrica di Tom Dixon lo vede da più di un decennio uno dei designer più completi nel campo dell’illuminazione, dell’arredamento e dell’accessoristica. Dagli inizi come saldatore d’acciaio di recupero per la trasformazione in pezzi d’arredo radicali, Tom Dixon si è continuamente reinventato, lavorando con Cappellini e come direttore creativo di Habitat, fino a creare il proprio brand, unendo i punti di una carriera instancabile e riconosciuta a livello globale, tra product design e industria.

La diversità dei prodotti Casa delle lampadine e la molteplicità artistica di Tom Dixon s’incontrano nello showroom al piano terra di via Gioberti 38, in uno spazio narrativo dedicato alla materialità lavorata e allo studio architettonico.

Showroom Casa delle Lampadine, Torino

È proprio qui che Casa delle Lampadine non offre un prodotto, bensì l’esperienza Tom Dixon nella sua globalità, dove lo studio e la ricerca diventano innovazione e materia.

Melt Sospensione – Tom Dixon

Come la collezione di lampade Melt; luminose sfere distorte e moderne, dalla forma imperfetta, simile ad un ghiacciaio che si sta sciogliendo e alla fusione del vetro soffiato. Con la sua luce attraente, diffusa e ipnotizzante quando è accesa, contrapposta ad un effetto a specchio quando è spenta.

Melt Sospensione – Tom Dixon

Come la collezione di lampade Melt; luminose sfere distorte e moderne, dalla forma imperfetta, simile ad un ghiacciaio che si sta sciogliendo e alla fusione del vetro soffiato. Con la sua luce attraente, diffusa e ipnotizzante quando è accesa, contrapposta ad un effetto a specchio quando è spenta.

Showroom Casa delle Lampadine, Torino

Bell – Tom Dixon

A completare l’ambiente Tom Dixon, Flash: il tavolo dalla superficie metallica e riflettente, oggetto immancabile nella collezione Tom Dixon insieme a Fat, sedia semplice, elegante e modulabile. Progettata per abbracciare il corpo, Fat è realizzata in schiuma modellata, rifinita a mano ed imbottita da artigiani esperti.

Flash – Tom Dixon

RICHIEDI UNA CONSULENZA

COMPILA IL MODULO PER PRENDERE APPUNTAMENTO

La luce in cucina

La luce in cucina 

La luce
in cucina
 

L’ingrediente oltre il piatto

L’ingrediente

oltre il piatto

Se l’esperienza gastronomica al ristorante è una necessità culturale e sociale, la progettualità della luce che la incornicia è un elemento imprescindibile per la sua riuscita. Attraverso questa prima newsletter dedicata alla luce nell’ambito della ristorazione, Casa delle Lampadine desidera condividere il pensiero espresso da Gualtiero Marchesi, avido promotore del lighting design e fan dell’Arco di Castiglioni: “la luce è un tramite per veicolare la materia”, è cioè parte integrante del piatto e dell’esperienza stessa.

Tetatet davide groppi ristorante

Casa delle Lampadine x Luogo Divino, Torino

L’ambiente creato con una luce ben studiata rappresenta un valore essenziale per un’esperienza appagante per il commensale e per il ristoratore, come un ingrediente che si fonde col piatto e con l’ambiente circostante. Inoltre, una resa cromatica alta, dai 90 in su, permette ai colori degli ingredienti di esprimersi al meglio e di mostrare la verità nel piatto. Molti lighting designer hanno ascoltato la necessità di mostrare questa verità, creando lampade che sono diventate veri e propri oggetti di culto nel mondo del design legato alla ristorazione: tramite il concetto di “Luce nel piatto”, Davide Groppi ha analizzato il ruolo centrale della luce in ambito teatrale ed artistico – riferendosi in particolare a Caravaggio – applicandolo ad una progettazione in cui la luce stessa diventa parte integrante della scena e dell’esperienza a tavola.

Il tavolo diventa dunque il palcoscenico da illuminare, il perimetro che raccoglie l’intimità dei commensali. Non è un caso il fatto che il nome TeTaTeT, la lampada-pioniera di Groppi che ha aperto la strada al mercato dell’illuminazione “da tavolo” nella ristorazione, faccia riferimento ad un incontro a due circoscritto nell’esperienza a tavola. Questa lampada da tavolo a batteria con base magnetica e accensione con tecnologia touch, porta un cono di luce dove questa non è mai riuscita ad arrivare, slegando il posizionamento di lampadari e plafoniere in corrispondenza dei tavoli. La libertà di TeTaTeT sta nella possibilità di applicarla a contesti interni ma anche a dehors estivi, adattando l’intensità della luce grazie alla sua tecnologia dimerabile.

Designer emblematici come Groppi e la sua Miss, una lampada a sospensione minimale, ma anche studi più giovani come Olivelab di Giulia Liverani e Marco Signoretto, hanno saputo interpretare l’importanza della luce circoscritta. Attraverso progetti come la lampada D.01 Pendant 15, un elegante cilindro in alluminio dotato di accensione a sfioramento, Olivelab ha dato significato ad un gesto essenziale e significativo in cui la luce sta anche nell’atto di accenderla e, simbolicamente, di far iniziare il servizio e l’esperienza. Non a caso, la creatività linguistica del duo torinese, ha catturato l’attenzione del grande pubblico e anche di sviluppatori come DCW Éditions.

Casa delle Lampadine x Luogo Divino, Torino

Designer emblematici come Groppi e la sua Miss, una lampada a sospensione minimale, ma anche studi più giovani come Olivelab di Giulia Liverani e Marco Signoretto, hanno saputo interpretare l’importanza della luce circoscritta. Attraverso progetti come la lampada D.01 Pendant 15, un elegante cilindro in alluminio dotato di accensione a sfioramento, Olivelab ha dato significato ad un gesto essenziale e significativo in cui la luce sta anche nell’atto di accenderla e, simbolicamente, di far iniziare il servizio e l’esperienza. Non a caso, la creatività linguistica del duo torinese, ha catturato l’attenzione del grande pubblico e anche di sviluppatori come DCW Éditions.

Ristorante con Neuro di Davide Groppi

Casa delle Lampadine x Pank, Torino

Agriturismo Val Chiusella illuminazione

Casa delle Lampadine x Rantan, Trausella (To)

La progettualità nel campo della ristorazione studiata da Groppi si ritrova in altre luci emblematiche come Neuro, una rivisitazione dei vecchi impianti elettrici, con cui Groppi ha fatto di necessità virtù: ancora una volta, Groppi porta la luce dove la si vuole, partendo da una presa elettrica ed usando cinque semplici elementi: una spina, un cavo, degli isolatori, un portalampada ed una lampadina led. Il cavo di Neuro diventa così un elemento decorativo adattabile alle esigenze pratiche.

Tra gli esempi più emblematici in campo di lampade legate all’universo gastronomico, l’Aplomb di Foscarini racchiude una raffinatezza stilistica unica: se posta ad un’altezza di circa 70 centimetri dal piano, il conetto di cemento esprime al meglio il concetto di matericità unita al minimalismo della concentrazione della luce verso il basso.

Showroom Casa delle Lampadine, Torino

Illuminare in maniera generalista porta ad un appiattimento dell’ambiente. Se studiare gli spazi, la presenza di luce naturale all’interno del ristorante e i colori dei piatti è essenziale, una luce ben scelta contribuisce alla vicinanza, alla concentrazione estetica e gustativa, alla strada verso la verità nel piatto.

RICHIEDI UNA CONSULENZA

COMPILA IL MODULO PER PRENDERE APPUNTAMENTO

Ristorante La Posteria

LA POSTERIA

La posteria cibo vino e light design
Dehors illuminazione di design

CATEGORIA: RISTORANTE

“Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur

CREDITI

Foto di Simone Cocco

Ziccat

ZICCAT

Vetrina con lampada a sospensione di design
Illuminazione per banconi e vetrine
Ziccat-4

CATEGORIA: CIOCCOLATERIA

“Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur

Illuminazione per negozi a torino
Light design per negozi

CREDITI

Foto di Simone Cocco

Rantan

RANTAN

Catellani & Smith light design ristorante
Catellani & Smith sospensione
Agriturismo Rantan Light design
Sospensione davide groppi piano cucina

CATEGORIA: RISTORANTE

“Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur

Agriturismo Val Chiusella illuminazione
Illuminazione di design per agriturismo

CREDITI

Foto di Simone Cocco

Via Dante

VIA DANTE

Davide Groppi Infinito LED per uffici
Progettazione illuminotecnica per sale riunioni
Illuminazione di design per un uffici

CATEGORIA: UFFICIO

Un progetto caratterizzato da un mood futuristico. Un affascinante esperimento che lega in maniera indissolubile luce e spazio.

Illuminazione di design per un uffici
Progettazione illuminotecnica per sale riunioni

CREDITI

Foto di Simone Cocco

Artist

ARTIST

Progetto illumonotecnico di design appartamento
Light design sospensione Ameluna Artemide

CATEGORIA: ABITAZIONE

Effetti di luce progettati per rendere la zona giorno calda e accogliente. Un’illuminazione su più piani che conquista grazie alle sue perfette geometrie.

CREDITI

Foto di Simone Cocco

Unity

UNITY

Progetto illuminazione appartamento
Illuminazione ingresso appartamento
Progetto illuminotecnico del bagno

CATEGORIA: ABITAZIONE

Un’abitazione storica dal rinnovato stile minimal chic che rappresenta un ponte tra il passato sabaudo dello stabile e un presente all’insegna del design e della tecnologia più ricercati. L’illuminazione scelta segue questo principio: lampade innovative dalle forme attuali si alternano armoniosamente con pezzi iconici disegnati dalle leggende del design.

Flos design vasca da bagno
Illuminazione per appartamenti artemide

CREDITI

Progetto Officina8a
Foto di Simone Cocco

Verdelilla

VERDELILLA

Davide Groppi Infinito illuminazione
Progetto illuminotecnico per negozio

CATEGORIA: STORE

Uno spazio poetico e fuori dal tempo “tagliato” da una luce indiretta che accentua ancora di più il suo tono fiabesco.

CREDITI

Progetto Arch.
Foto di Ph.