UN NUOVO CAPITOLO PER CASA DELLE LAMPADINE

Da questo mese, Casa delle lampadine si rinnova con un nuovo spazio situato all’indirizzo storico di via Gioberti 38: non un’estensione dello showroom ma un luogo dedicato alle opportunità per le piccole, medie e grandi aziende legate al design. Lo spazio sostituisce lo storico banco per l’acquisto di lampadine – servizio spostato di fronte, in via Legnano 9 – e sarà a disposizione di studi di architettura, di designer e di artisti che desiderano creare una realtà indipendente per la durata di quattro mesi, per un totale di tre esposizioni diverse durante l’arco dell’anno.

La prima azienda che aderisce a questo nuovo capitolo di Casa delle lampadine è l’azienda francese DCW éditions, con un’area dedicata aperta a partire dal 20 maggio.

Su DCW éditions

Fondata da Philippe Cazer e Frédéric Winkler nel 2008, DCW éditions è un marchio francese di illuminazione dedicato ad oggetti le cui radici sono nel passato, ma il cui uso è nel presente e la cui visione è rivolta al futuro. Questi oggetti hanno tre cose in comune: sono ben concepiti, ben progettati e ben fatti. “L’oggetto è un compagno di vita ed è concepito per durare e fare da testimone tra le generazioni. La nostalgia non è il fil rouge di DCW éditions. Ciò che importa è creare oggetti veri, che siano in grado di superare la prova del tempo. Le diverse collezioni – Lampe Gras, Mantis, In The Tube, The ISP Lamp, Here Comes the Sun, Les Acrobates de Gras, the MbE Mirrors – sono in permanente dialogo tra di loro, e fanno da testamento all’obiettivo di DCW éditions: la produzione di oggetti senza tempo, che non cedono mai alle mode”.

All’inizio dell’avventura, DCW éditions recupera il lavoro del designer Bernard-Albin Gras, ideatore della celebre Lampe GRAS. Le Corbusier ne fu sedotto, diventando ben presto uno dei suoi più entusiasti sostenitori. Un altro designer la cui visione si rivelerà senza tempo è Bernard Schottlander con la serie di lampade MANTIS: DCW éditions ne cura la riedizione nel 2013.

philippe-cazer-et-frederic-winkler-portrait-dcw-lampe-gras

DCW éditions collabora anche con la nuova generazione di designer contemporanei come Simon Schmitz, Vantot studio, Ilia Sergeevich Potemine, Giulia Liverani, Philippe Nigro, Grégoire de Lafforest, Jean-Louis Frechin e BrichetZiegler.