Vetro soffiato e luce: il fascino di Plateau e Candy
alt
Lampade che durano, dal 1939
Chiamaci ora+39 011 56 28 964

Lampade in vetro di Murano: ecco Plateau e Candy

Casa delle Lampadine - giovedì, 24 agosto, 2017

La soffiatura del vetro è da sempre una tecnica in grado di conferire grande fascino a qualsiasi oggetto che sia stato realizzato tramite essa.
Quando si parla di apparecchi illuminanti in vetro soffiato, poi, l’effetto wow è innegabile, complici le atmosfere rarefatte che solo questa antichissima lavorazione sa far emettere alle lampade.
Sebbene si tratti di un’arte la cui origine fa capo ai maestri egiziani, la soffiatura del vetro ha saputo, secolo dopo secolo, reinventarsi e anche adesso il suo fascino senza tempo si è dotato di un tocco moderno.

Plateau

A dimostrazione di quanto detto citiamo Plateau di Oluce, realizzata dai designer Antonia Astori e Nicola De Ponti. La loro intuizione è stata quella di trasformare un semplice lampadario in vetro in un cero e proprio vassoio di luce. In metacrilato trasparente e regolarmente forato, il supporto dell’apparecchio illuminante presenta dei globi di vetro opalino sistemati in ordine casuale. Questi globi, in vetro soffiato  e in diverse misure , sono posizionabili a piacimento dell’utente e conferiscono alla lampada una grande vitalità.

Candy

In Candy, invece, si moltiplicano all’infinito le rifrazioni della luce, grazie al vetro di murano che forma un’architettura piuttosto sobria, ma al contempo elegante e di pregio. La particolarità di Candy, prodotta da Multiforme, è la texture a spirale in cui sono stati creati i bicchieri portalampada. La luce di Candy si dirama riscaldando l’ambiente e la lampada offre anche molteplici possibilità di personalizzazione. I portalampade, infatti, sono disponibili in diversi colori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento ancora.