Maison & Objet 2022 

Maison & Objet 2022 

Maison & Objet 2022: ripartenze e prospettive

Ripartenze e prospettive

L’ultima edizione di Maison&Objet, la fiera parigina dedicata al design internazionale, l’home decor e il lifestyle, è un appuntamento immancabile per riflettere sulle prospettive future per il design, scovare talenti e trovare un dialogo tra arte, cultura, decorazione e tendenze.

La sua capacità unica di generare connessioni e accelerare il business ed il suo talento nell’evidenziare le nuove tendenze vedono protagonista di questa edizione una nuova visione del lusso declinato in due espressioni creative, definite Uber lux e Lux populis dal team Maison & Objet.

Tables Mira by Maison Dada

Questi due stili, tendenti al desiderio di immaginazione sfrenata, vedono l’Uber lux impegnato in un connubio tra l’artigianalità e le nuove tecnologie: esempi come la libreria Dujiangyan Zhongshuge a Chengdu, firmata da X+Living, ma anche il successo di designer che propongono edizioni limitate tra il design e l’opera d’arte (vedi Chromatica 265 di Flos), sono esempi pratici di questa nuova fase visionaria del design. I materiali seguono questo trend, con fili di seta, rame e led nei tessuti. I divani si stanno trasformando da semplici sedute in oggetti iper-connessi. Una nuova forma di design che ha un piede radicato nel passato e l’altro pronto a saltare nel futuro.

Tables Mira by Maison Dada

Tables Mira by Maison Dada

Questi due stili, tendenti al desiderio di immaginazione sfrenata, vedono l’Uber lux impegnato in un connubio tra l’artigianalità e le nuove tecnologie: esempi come la libreria Dujiangyan Zhongshuge a Chengdu, firmata da X+Living, ma anche il successo di designer che propongono edizioni limitate tra il design e l’opera d’arte (vedi Chromatica 265 di Flos), sono esempi pratici di questa nuova fase visionaria del design. I materiali seguono questo trend, con fili di seta, rame e led nei tessuti. I divani si stanno trasformando da semplici sedute in oggetti iper-connessi. Una nuova forma di design che ha un piede radicato nel passato e l’altro pronto a saltare nel futuro.

Henri Bursztyn - x - Kandella

Henri Bursztyn x Kandella – ©Romain Jouault

La contrapposizione è il Lux populis, dove si esplorano nuovi vivaci percorsi traendo ispirazione dalla street culture, guidati da una generazione digitale, dove la cultura pop e i valori di inclusività rappresentano i pilastri portanti di un’epoca ricca di contaminazioni e di “collab” . È un trend che a tratti presenta caratteristiche nostalgiche e retro: basti pensare a Tag Heuer e alla collaborazione con Super Mario, o ancora a Leblon Delienne X Mickey Mouse. I protagonisti del lux populis si accorpano in una generazione del consumo e della creatività iper-lucida e veloce.

Mickey Sparkling by Thomas Dariel X Leblon Dalienne Courtresy of Leblon Dalienne

Mickey-Sparkling-by-Thomas-Dariel-X-Leblon-Dalienne-Courtresy-of-Leblon-Dalienne

Mickey Sparkling by Thomas Dariel X Leblon Dalienne Courtresy of Leblon Dalienne

La contrapposizione è il Lux populis, dove si esplorano nuovi vivaci percorsi traendo ispirazione dalla street culture, guidati da una generazione digitale, dove la cultura pop e i valori di inclusività rappresentano i pilastri portanti di un’epoca ricca di contaminazioni e di “collab” . È un trend che a tratti presenta caratteristiche nostalgiche e retro: basti pensare a Tag Heuer e alla collaborazione con Super Mario, o ancora a Leblon Delienne X Mickey Mouse. I protagonisti del lux populis si accorpano in una generazione del consumo e della creatività iper-lucida e veloce.

Secondo l’architetto Elizabeth Leriche, la ricerca post-pandemica in ambito domestico vede protagonisti il comfort e la flessibilità degli spazi e, dunque, l’inventiva e la creatività: “L’idea – dice Leriche – è quella di entrare sempre più in contatto con la natura e con l’essenza degli spazi per dare una nuova vita alle nostre case. Vengono enfatizzati infatti il rustico con l’utilizzo di fibre naturali e bambù, il vintage – soprattutto tra i millennials, profondamente legati alle possibilità dello shopping online. Un’ode alle forme della natura ed un’abbondanza di curve, si preferiscono materiali naturali di cui è possibile rintracciare le origini e che puntano all’autenticità e all’essenzialità”.

Quest’ultima edizione di Maison & Objet ha permesso di avere una visione più lucida e chiara sul complice dualismo nel mondo del design: da un lato, forme sperimentali senza limiti ed iper-connesse. Dall’altro, il comfort e la semplicità di materiali ed oggetti riconducibili a un’epoca e ad un contesto ben preciso.

NON SEI ANCORA ISCRITTO?

COSA ASPETTI? REGISTRATI PER RIMANERE AGGIORNATO SU TUTTE LE NOVITÀ DEL MONDO DELL'ILLUMINAZIONE.